I due volti di Hedy Lamarr

Hedwig Eva Maria Kiesler nasce a Vienna nel 1914 da famiglia ebraica alto borghese, con una educazione affidata alle governanti. Ha difficili rapporti con i genitori. Recita in teatro, disegna, impara le lingue. Ad insaputa dei genitori partecipa, a 12 anni, ad un concorso di bellezza dove vince il primo premio. Vede il suo primo film – Metropolis di Fritz Lang – frequenta ragazzi con i quali ha rapporti liberi. Grazie al suo carattere tenace e testardo, vince l’ostilità aperta dei genitori e riesce a recitare per la prima volta, a 14 anni, con la Sascha Film (1929). Il suo percorso artistico prosegue con l’incontro a Vienna con il famoso drammaturgo Max Reinhardt che la porta alla notorietà. Nel film Estasi è la prima donna al mondo a recitare in una brevissima scena di nudo.

Sposa il ricchissimo mercante d’armi, Fritz Mandl, nel 1933 e dal quale fugge nel 1937, con l’avvento di Adolf Hitler. Va a Londra dove riesce ad ottenere un lucroso contratto con la casa di produzione Mgm. Nel 1938 si trasferisce a Los Angeles dove affina ancora di più il suo senso per gli affari, rifiutando i mazzi di fiori che non avevano dentro una collana di diamanti. Prende il nome d’arte di Hedy Lamarr, con un pizzico di alone macabro per un nome che ricordava la diva del muto, Barbara La Marr, morta trentenne. Lavora nel cinema per molti anni nei ruoli di Biancaneve e di Catwoman ed altri ruoli di importanza minore. Recita con successo in una serie numerosa di film.

Nel 1940 conosce il compositore George Antheil, che si occupava di strumenti musicali comandati automaticamente. Lei confessa di sapere molto di armamenti. Una conoscenza, forse, dovuta a progetti rubati al precedente marito mercante d’armi? Si ipotizzò che la sua fuga da Vienna fosse stata facilitata dai servizi segreti inglesi. Questo è un periodo piuttosto oscuro ed avventuroso della sua vita. Grazie alle sue notevoli competenze matematiche, costruisce insieme al compositore un sistema di telecomando via radio per siluri, che ribalterà le sorti della guerra navale Usa-Germania. Brevettato il progetto, la Marina lo ritenne inutilizzabile. Il sistema fu poi usato per il controllo radio dei sommergibili russi.

L’invenzione fu utilizzata a sua insaputa, ma lei ebbe la sua rivincita con il risarcimento di 5 milioni di dollari. Negli Usa contribuisce a studi di Aerodinamica delle ali degli aerei. Sempre con George Antheil viene elaborato il Frequency hopping per la comunicazione senza fili, oggi per Wi-fi e Gps ma ai suoi tempi impossibile da realizzare: frequenza ad 88 canali quanti sono i tasti del pianoforte. Fu chiamato “Sistema di comunicazione segreta” e brevettato nel 1942 al numero 2.292387. A seguito della crisi missilistica di Cuba, il sistema fu di nuovo utilizzato per poi essere adottato come tecnologia della comunicazione senza fili dai cellulari.

Nella tempestosa vita privata adotta un bambino che poi caccia di casa. Ha due figli dall’attore inglese John Loder. È l’attrice più pagata d’America, è una donna famosa e apprezzata ma non riesce ad essere felice. Un suo film è un fallimento totale. Va in analisi senza uscirne più soffrendo di disturbi mentali sempre più frequenti. Attività cinematografica e vita privata si intrecciano tra finzione e realtà per un periodo di oltre 80 anni. Suo è il primato di prima attrice al mondo a mostrarsi nuda in una scena breve in un film (Estasi). Ha sei amori falliti anche a causa del suo carattere tempestoso e testardo. Ottima manager di se stessa, riesce in parte a rifarsi dell’amarezza del suo passato, delle avversità della sua carriera cinematografica e dei fallimenti sentimentali. Una giornalista le chiese perché non ci fossero le impronte dalle sue mani di fronte al Teatro cinese di Los Angeles. Con asciutto e intelligente umorismo, la sua risposta fu “sono già stata calpestata abbastanza, anche senza stare sul marciapiede”. Ogni volta che usiamo il computer, dobbiamo dedicarle da oggi un rispettoso pensiero.