Margiotta (Confsal): “Impegno per ripresa e rinascita”

“Sanare il divario che esiste tra l’Italia e l’Europa, in termini di occupazione e monte salari; avviare una stagione di riforme organiche a partire dalla riforma del lavoro e la creazione di un Sistema nazionale di attivazione al lavoro che prenda in carico precari, cassaintegrati e disoccupati, in particolare i giovani, affinché nessuno rimanga indietro, nell’ottica di un’alleanza generazionale. E rilanciare il Mezzogiorno con un nuovo intervento straordinario che colmi il profondo divario tra Nord e Sud del Paese. Solo così sarà possibile la ripresa e la rinascita del Paese e della sua economia”.

Sono queste alcune delle proposte avanzate dal Segretario nazionale della Confsal, Angelo Raffaele Margiotta, in piazza del Plebiscito a Napoli dove si è celebrata la Festa dei lavoratori organizzata dalla Confederazione sindacale nazionale autonoma e durante la quale ha ribadito la “forte preoccupazione per l’emergenza economica e sanitaria ancora in corso” ed espresso “la speranza che si possa guardare con ottimismo: un futuro di ripresa e rinascita del Paese per il quale c'è tutto l’impegno della Confsal”.

Margiotta ha chiesto “un impegno corale perché sia valorizzato il lavoro pubblico con la riforma dell’Amministrazione e il rinnovo dei contratti. Sia dato sostegno ai settori economici più deboli. Siano detassati i salari bassi e venga ridotto il costo del lavoro”. E questo quadro “lavoratori e imprenditori, ognuno nel proprio ruolo, siano accomunati dalla necessità di difendere il lavoro e le risorse prodotte dal lavoro”.

In particolare, “per i milioni di giovani inattivi o disoccupati, che non hanno più fiducia nella classe dirigente del Paese, verso i quali i governi di oggi e di ieri hanno accumulato un debito enorme, la Confsal – ha assicurato Margiotta – è impegnata perché questo debito venga saldato in tempi brevi. Perché ai giovani bisogna garantire un presente dignitoso e una formazione adeguata. Perché la dignità può darla solo un lavoro”. Margiotta ha rivolto “un appello affinché tutti si impegnino a lavorare per favorire la concordia nazionale. L’impegno della Confsal, delle sue federazioni, di ognuno dei suoi dirigenti, degli aderenti c’è – ha detto – e ovunque leggete Confsal, leggete impegno per la rinascita e per la ripresa”.

L’evento promosso dal sindacato – da Piazza del Plebiscito a Napoli e in diretta Facebook – ha registrato gli interventi di numerosi rappresentanti delle Federazioni Confsal, di autorevoli esponenti del mondo imprenditoriale e rappresentanti delle istituzioni, tra i quali il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, presenti a piazza del Plebiscito e in collegamento da tutta Italia. La diretta della manifestazione è stata seguita da più di 10mila spettatori, che si sono alternati all’ascolto nell’arco di due ore e mezza di interventi e di dibattito.