Governi ineletti: dopo la pandemia, l’uso terroristico dei soldi europei

Se con il voto eleggono e decidono i governi gli italiani, chi potrà mai richiuderli – gli italiani – di nuovo senza regole? Se si vota, l’Europa di Draghi-Macron-Merkel, niente soldi europei all’Italia e agli italiani. Se alla presidenza della Repubblica va uno di centrodestra, come si fa a impedire di votare agli italiani, o a non riformare alcunché – facendo finta – con i ministri ineletti come adesso? Insomma, gli ineletti servono eccome, soprattutto a sovvertire e violare tutte le nostre regole, a mantenere tutto così come è, senza utilità, senza legittimazione, e senza democrazia. Andiamo bene. Continuiamo così.

Ma non sarà invece che, riappropriandoci delle regole e praticandole facendole funzionare – in Italia come in questa Europa, cui va imposto il rispetto dei trattati fondativi – andrebbe a finire meglio? Una cosa, infatti, è la certezza e il rispetto delle regole stabilite – di tutte le nostre regole di democrazia – altra è questa maionese impazzita, effetto dello stravolgimento e della violazione delle regole proprio da parte di chi è tenuto a “rappresentarle” (mica tanto, visto che è privo di legittimazione popolare elettorale democratica) e rispettarle.