M5s, Appendino: “Serve leadership chiara”

Chiara Appendino scuote il Movimento 5 stelle e mette in imbarazzo Beppe Grillo e Giuseppe Conte. Secondo la sindaca di Torino i pentastellati hanno bisogno di “una leadership chiara. E non si può attendere oltre”. La prima cittadina del capoluogo piemontese lo sostiene nel corso di un’intervista a La Stampa. “Da un anno e mezzo il Movimento – afferma – è in mezzo al guado e questo inevitabilmente produce delle conseguenze. C’è anche bisogno di una struttura. Non si può più aspettare oltre, ma per fortuna siamo al dunque”. Per l’esponente grillina il movimento ha “fatto bene a entrare in questo esecutivo e penso che sia giusto restarci”, però “non ho difficoltà ad ammettere che mi sentivo molto più a mio agio nella compagine del Conte bis, con il centrosinistra”.

La posizione di Appendino sui vaccini è inequivocabile: “Mi sono vaccinata in gravidanza”, e sono lo “strumento fondamentale per ritrovare spazi di libertà, esattamente come il Green pass”. Anche per questo “ho apprezzato molto la nettezza con cui Mario Draghi ha espresso le sue posizioni”. Circa la riforma della giustizia, Appendino, nonostante tutto, crede che Giuseppe Conte possa trovare la “giusta mediazione”: “L’attenzione che chiede su alcuni reati – dice – è sacrosanta: su questo presupposto spero si trovi presto un punto di caduta”.

Quanto al dossier aperto su Torino, Appendino sostiene che “si tratta di prendere atto di una situazione, che tra l’altro perdura da quindici anni. E di affrontarla, perché i dati sono oggettivi”. Il capoluogo piemontese, per Appendino, non può fare a meno della vocazione industriale: “La mia preoccupazione è che un territorio ricco di competenze e professionalità, se non viene accompagnato dall’azione del governo, rischia di essere spazzato via”.