Salvator Rosa e la sua avventurosa vita

Con la prefazione di Paola Giovetti, saggista che da decenni si occupa del paranormale, è uscito per l’editore pescarese Mondo Nuovo, un nuovo testo di Dalmazio Frau, questa volta imperniato sulla straordinaria vita di uno dei pittori più misteriosi del primo Barocco italiano: Salvator Rosa. Dopo gli altri volumi, dedicati ai grandi artisti e al loro coinvolgimento col mistero: Leonardo da Vinci, Caravaggio e Benvenuto Cellini, per non citarne che alcuni, adesso il focus voluto da Frau si sposta sul pieno Seicento con Demoni, Streghe e battaglie. L’avventurosa vita di Salvator Rosa nel quale il protagonista è appunto Salvator Rosa, pittore, ma anche musicista, poeta, attore, autore satirico, dal carattere indubbiamente aspro, che vive a Napoli, dove nasce, e poi a Firenze ma soprattutto in quella Roma dei Papi e degli ambienti esoterici.

Sorvegliato dalla Santa Inquisizione, che però non può mai dimostrare alcunché su di lui come dedito a pratiche di stregoneria. Una considerevole parte del libro è dedicata proprio alla cronaca storica di questa forma di culto oscuro che affonda nelle più remote origini pagane. Nel contempo vi si tratta con dovizia di particolari della Roma dell’esoterismo alto e nobile, sorto intorno alla figura in esilio di Cristina di Svezia. Accanto a questa sovrana, convertitasi al Cattolicesimo, si muovono altri personaggi affascinanti e misteriosi quali il marchese di Palombara e ancora i noti alchimisti Borri e Santinelli, ma appaiono sullo sfondo, invisibili quanto presenti, anche i mitici Rosacroce e addirittura il coltissimo padre dell’Ordine di Sant’Ignazio, della Compagnia di Gesù, quell’Athanasius Kircher che colleziona incredibili meraviglie nel proprio palazzo e che osa ipotizzare l’esistenza di un mondo sotterraneo abitato, un secolo prima della storie di Giacomo Casanova e di Jules Verne.

In buona sostanza, quello presentato in questo breve saggio, corredato dalle immagini dei dipinti del Rosa, è un mondo affascinante che scorre velocemente, lasciando profonde tracce ai nostri occhi, su un personaggio differente da molti altri: pensatore libero, avventuriero, contraltare italiano di Cyrano de Bergerac. Salvator “delle battaglie”, come viene anche chiamato Rosa, è anticipatore del Romanticismo nelle sue atmosfere dipinte tanto da restare indelebilmente impresso nell’immaginario popolare nel cinema di cappa e spada del Ventennio.

Dèmoni, streghe e battaglie. L’avventurosa vita di Salvator Rosa di Dalmazio Frau, Edizioni Mondo Nuovo, Collana: Pigmalione, 144 pagine, 16 euro.