Germania: c’è l’accordo della Grosse Koalition sui migranti qualificati

La Grosse Koalition si fonda sui migranti qualificati. Oggi, a Berlino, nell’ambito dei colloqui esplorativi per varare un possibile governo, pare si sia trovata un’intesa a proposito di una legge che regoli l’immigrazione in Germania di personale qualificato. Sarebbe questo il nucleo centrale sul quale può essere siglato l’accordo per il nuovo esecutivo che preveda l’ennesima condivisione di Cdu e Spd.

I negoziatori, incontrando i giornalisti, non hanno parlato dei contenuti dei lavori. Frattanto, i socialdemocratici accusano nervosismo. La ragione si spiega nelle dichiarazioni sull’energia rilasciate ieri sera da Armin Laschet (Cdu). La Spd ha protestato in maniera veemente. “Qui c’è un team - afferma il segretario generale della Csu Andreas Scheuer -  che ha un obiettivo, una volontà, e che tratta in modo serio”.

In questo quadro politico, il presidente della Repubblica federale tedesca Frank-Walter Steinmeier ha incontrato la cancelliera Angela Merkel, numerosi ministri e i leader di partito a un ricevimento per il nuovo anno. Assenti solo i populisti di Alternative fuer Deutschland, nonostante fossero stati invitati. Il presidente ha voluto sottolineare il valore della forza della democrazia, chiedendo ai partiti di formare il governo in tempi rapidi. “La nostra democrazia - ha detto - è forte anche in tempi difficili”.