Repubblica ceca al voto: il presidente Zeman rischia di non farcela

Nelle elezioni in Repubblica Ceca, il presidente Zeman rischia di non farcela. Oggi si vota nel primo turno delle elezioni presidenziali dirette. Gli aventi diritto sono circa 8 milioni. Chi andrà al Castello di Praga per cinque anni? Sarà il presidente uscente Milos Zeman oppure uno dei suoi otto avversari?

A quanto pare, sembra possibile una sorpresa. Secondo gli ultimi sondaggi, infatti, pare che Zeman possa trovarsi in testa nel primo turno, senza ottenere la maggioranza assoluta. Per cui è probabile che si vada al turno di ballottaggio. Ma, sempre secondo i sondaggi, nel secondo turno Zeman non riuscirebbe a vincere. Sarebbe sconfitto dallo scienziato Jiri Drahos. I numeri virtuali attribuiscono a Drahos il 27,5 per cento nel primo turno e il 48,5 nel secondo. Zeman viene dato al 42,5 per cento nel primo turno e al 44 nel secondo.

Dunque, Zeman, alla fine, perderebbe. Proprio il presidente uscente è stato protagonista, suo malgrado, di un “incidente”. Recandosi al proprio seggio di Praga per votare, è stato fermato da un’attivista del movimento Femen, che, a torso nudo, ha urlato contro il leader: “Zeman, Putin’s Slut” (“prostituta di Putin”). La donna è stata bloccata da una guardia del corpo.