La storica apertura di Donald Trump sulla cittadinanza

La storica apertura di Donald Trump sulla cittadinanza. La proposta del presidente americano desta la sorpresa dei commentatori internazionali. Trump si rivolge al Congresso. Immagina un piano per l'immigrazione che potrebbe rappresentare il “disco verde” per la cittadinanza americana di 1,8 milioni di cittadini illegali negli Usa. È quanto riferiscono i media americani, citando fonti vicine alla Casa Bianca.

Il piano per l’immigrazione, che verrà presentato lunedì al Senato, ha un obiettivo: un compromesso per sbloccare l'impasse. La cifra di 1,8 milioni val al di là degli oltre 700mila “Dreamers” arrivati illegalmente in America da minori.

 I democratici pretendono una soluzione rapida sul tema immigrazione. In ragione della revoca del programma (Daca) voluto da Barack Obama. Ma Trump, nonostante le aperture, non arretra di un millimetro rispetto all’idea, più volte ribadita nella vittoriosa campagna elettorale, di costruire un muro alla frontiera con il Messico. Si parla di numeri importanti: 25miliardi di dollari. Che servirebbero anche per potenziare i dispositivi di sicurezza ai confini sud-ovest e nord.

Non solo. Trump vuole dare usare il pugno di ferro anche sull'immigrazione regolare. Il presidente pensa di restringere i visti per i familiari di cittadini Usa, limitandoli a consorti e figli minorenni, escludendoli quindi anche per genitori e fratelli.

L'obiettivo dell’inquilino della Casa Bianca è evidente. Vuole sottoporre la propria proposta al Senato in tempi rapidi.