Calenda: “Governo durerà poco bombardato da Renzi”

Carlo Calenda attacca Matteo Renzi, giorno e notte. Il fondatore di Siamo europei, fuoriuscito dal Partito Democratico prima del senatore di Rignano sull’Arno, non ha dubbi: Renzi è “un leader perché ne ha le qualità soggettive, ma non si comporta da leader perché in fondo ha mille insicurezze”.

Calenda esprime il suo giudizio “definitivo” dialogando ieri mattina con i propri follower su Twitter. “In questo paradosso – aggiunge l’europarlamentare – c’è il rischio della parabola D’Alema. Ed è un enorme peccato. Enorme”.

Ieri sera, l’ex ministro dello Sviluppo economico dei governi di centrosinistra, ospite di Lilli Gruber, ad Otto e mezzo, su La7, affonda il colpo più duro nei confronti dell’ex amico.“Secondo me – sostiene – il Governo durerà poco, perché Renzi lo bombarderà e comprimerà il povero Nicola Zingaretti tra lui e i Cinque Stelle”.

Stamattina, Calenda torna alla carica su Twitter. E parla del suo programma per l’Italia. Ad ogni domanda, una risposta. Interagisce con gli utenti che lo sollecitano di continuo. Tra i tanti c’è chi gli chiede quali siano i suoi obiettivi e per cosa lotti. “Combatto – risponde – per portare al Governo una classe dirigente che sappia come si gestisce un ministero per uno Stato concentrato su sicurezza, scuola, sanità. Per un fisco giusto e progressivo, per una mobilitazione dell’Italia seria contro i trasformismi e il Tetris di politici decotti”.