Berlusconi e Forza Italia: balzo nei sondaggi

Tra i due litiganti, il terzo gode. Il partito di Silvio Berlusconi, Forza Italia, è dato al 9,8 per cento dal sondaggio dell’Ipsos di Nando Pagnoncelli, pubblicato ieri sul Corriere della Sera. Certo, la compagine azzurra ha sicuramente visto anni migliori. Alle elezioni del 2018 aveva toccato il 14 per cento, poi, caduta libera. Fino a ottobre 2021. Berlusconi, pur non avendo un seggio in Parlamento, giovane dei suoi 86 anni, è un Cavaliere tutt’altro che inesistente. L’ultima volta che Forza Italia aveva toccato il 10 per cento era l’aprile del 2019, poco meno di un’anno prima del Covid. Come fa notare il quotidiano Libero, complice di quest’ascesa forzista è la pioggia delle stelle cadenti causata dallo scisma grillino di Luigi Di Maio. Gli azzurri e il Movimento 5 stelle sono separati da appena 2,3 punti. Ovviamente, c’è chi scende (M5s) e c’è chi sale (FI).

Il fantasma della successione in casa Forza Italia ad oggi è un argomento tabù. D’altronde chi si sentirebbe degno di vestire i panni di Silvio? O forse la questione è più semplice: pochissimi saprebbero che pesci prendere al momento del ritiro del Cavaliere nelle sue dimore. Perché, prima o poi, accadrà. Probabilmente nessuno ad Arcore vuole toccare l’argomento perché Silvio Berlusconi è stato l’ultimo vero leader, padre e traghettatore del centro destra. A costo di sacrificare i suoi candidati, si è sempre donato alla causa della coalizione, evitando le guerre civili come quella delle amministrative di Verona.

Per molti il Cavaliere è ancora (giustamente) il simbolo della destra liberale, l’unico rimasto fedele negli anni ai suoi ideali. Se da un lato Matteo Salvini e Giorgia Meloni, rei di non vedere a volte a un palmo dal naso, perdono elettori lungo la strada, dall’altro Berlusconi è visto come una saggia quercia, sia dagli estimatori di vecchia data sia da chi le sue gesta le ha solo sentite raccontate. L’indagine di Pagnoncelli, poi, dimostra che non tutti i profughi della Lega cercano riparo dalla Meloni, tanti virano in acque azzurre.