Usa: In carcere il medico che molestava le ginnaste

Il medico che molestava le ginnaste finirà in carcere il resto della propria vita. Larry Nassar, ex medico sportivo della nazionale femminile di ginnastica statunitense accusato di abusi sessuali, è stato condannato a una pena compresa fra un minimo di 40 e un massimo di 175 anni di carcere.

La giudice Rosemarie Aquilina, nel tribunale di Lansing, in Michigan, si è rivolta così al condannato dopo la sentenza. “Ho appena firmato – ha detto – la sua condanna a morte”.

Si tratta di un processo storico e altamente simbolico. “Lei − ha aggiunto la giudice − non merita di uscire un giorno dalla prigione. Ovunque lei andrà, i più vulnerabili saranno distrutti”.

Aquilina ha ringraziato le vittime per le testimonianze rese. Si tratta di oltre 160. Racconti di angoscia, umiliazione e dolore. Tra le vittime figurano alcune anche campionesse e plurimedagliate.

Per la procuratrice Angela Povilaitis, Nassar “ha rubato alle vittime la loro innocenza, ha mentito sul suo atteggiamento e ha abusato della fiducia nei medici da parte di genitori, comunità e del mondo intero”.

L’ex medico sportivo ha potuto contare su una totale impunità per oltre vent’anni. Si tratta degli stessi anni in cui gli Stati Uniti hanno trionfato nella ginnastica mondiale.

Le prime rivelazioni  di molestie risalgono a due anni fa.