Il Pronto Soccorso Psicologico

Attacchi di panico, crisi di ansia o senso di solitudine dopo un divorzio. Ecco alcuni dei disturbi che ogni giorno mettono a dura prova la quotidianità di molte persone. Se prima, l’unico rimedio era rivolgersi ad un psicoterapeuta per iniziare un trattamento a lungo termine, ora sembra arrivata una nuova soluzione. È attivo da febbraio scorso infatti, a Roma, il primo Pronto Soccorso Psicologico d’Italia. Nato da un’idea della dottoressa Mariolina Palumbo, il progetto ha avuto bisogno di cinque anni per trasformarsi in realtà e porsi come aiuto valido e subitaneo per tutte le persone che durante il corso della giornata hanno queste crisi di natura psicologica.

Il Pronto Soccorso si trova all’interno del poliambulatorio di Villa Giuseppina, struttura residenziale Psichiatrica e vanta la collaborazione del dottor Stefano Cogliati Dezza, direttore sanitario e medico responsabile di Villa Giuseppina, che ha generosamente offerto gli spazi della sua struttura per dar vita a questo progetto. Come spiega la dottoressa Palumbo, sono tanti e diversi i pazienti che chiedono aiuto al centro. Si va dall’imprenditore che ha ripetuti attacchi di ansia, alla mamma che non riesce a gestire un figlio adolescente e ribelle, ma anche cinquantenni che hanno visto la loro vita cambiare radicalmente dopo la perdita del lavoro.

In trentadue anni di attività come psicologa, la dottoressa Palumbo ha visto modificarsi le richieste di aiuto di molti pazienti. Se in passato, il vero “male” era la depressione, ora il nemico è la solitudine: “Oggi siamo in piena crisi comunicativa perché le persone non parlano più tra di loro, malgrado siano connessi con i cellulari 24 ore su 24. È venuta meno la capacità di parlare vis-à-vis. Ci si sente sempre più soli, isolati con un gran bisogno di essere amati e accettati. A queste difficoltà emotive si aggiungono anche quelle economiche generate dalla crisi lavorativa. Sono tantissimi i disoccupati che a 40/50 anni si ritrovano senza un lavoro e che ci chiedono aiuto per ritrovare se stessi”.

Al centro del Pronto Soccorso viene infatti messa la persona; si cerca di fornire non una psicoterapia ma un sostegno psicologico importante, in grado di aiutare l’individuo nell’immediato per poi incoraggiarlo a seguire successivamente una terapia, se necessaria, che possa aiutarlo a fronteggiare meglio le crisi.

La struttura è privata ma i costi sono concorrenziali: fino ai due ingressi si paga un “ticket” di 30 euro. Dopo la seconda visita, il costo aumenta a 40 euro, rimanendo però sempre molto competitivo. Lo staff è composto da quattordici psicologici che si alternano 7 giorni su 7, festivi compresi. Il Pronto Soccorso Psicologico si trova a Roma al civico 46 di via Prospero Colonna ed è aperto dalle 9 alle 19,30. È possibile contattare telefonicamente il Poliambulatorio allo 06/69311390 in modo da prendere un primo contatto con il team psicologico.