Tempi moderni: uomo sposa moglie ologramma

“Ho visto cose che voi umani non potreste immaginarvi”: la frase tratta dal monologo di Rutger Hauer (alias Roy Batty) in Blade Runner di Ridley Scott è diventata un cult della cinematografia. Parole che oggi potrebbero servire come il pane per raccontare un matrimonio alquanto particolare, dove un uomo – Akihiko Kondo, 38 anni – ha sposato l’ologramma di una cantante pop raffigurata in stile manga. La moglie si chiama Hatsune Miku: ha capelli e occhi blu.

La cerimonia è stata riservata: Akihiko Kondo ha evidenziato che nessuno della famiglia ha voluto prendere alle nozze. In trentanove erano presenti, quasi tutti amici conosciuti on-line. Il 38enne si è definito fictosessuale e ha specificato che la storia con l’ologramma lo ha salvato dalla depressione dopo essere stato vittima di episodi di bullismo.

Hatsune Miku è stata creata nel 2017, anno in cui l’uomo ha acquistato Gatebox, dispositivo che consente alle persone una interazione con personaggi inventati che sono rappresentati da un ologramma. Per la cronaca, Akihiko Kondo – basta controllare il suo profilo Instagram – ha pure delle bambole di sua moglie di varie dimensioni. Come si dice: chi si accontenta, gode.