Trump: “Violenze se repubblicani perdono il midterm”

L’affermazione di Donald Trump suonerebbe, quantomeno, inquietante. Il presidente americano, in vista delle elezioni di novembre, quelle di metà mandato, avrebbe detto che “se i repubblicani perderanno la maggioranza alla Camera ci saranno violenze”. Un avvertimento pronunciato nel corso di una cena con i leader cristiani evangelici. Lo riferisce “Nbc News”, che avrebbe ascoltato gli stralci di una registrazione del discorso di Trump. “In caso di sconfitta dei repubblicani – avrebbe detto Trump – i democratici revocheranno tutto quello che ho fatto e lo faranno velocemente e violentemente”. E rivolgendosi alla platea avrebbe tuonato: “Siete a un’elezione dal perdere tutto quello che avete. Il livello di odio, di rabbia è inimmaginabile”.

Frattanto, due donne riescono a spuntarla nelle primarie in Arizona. Si tratta della repubblicana Martha McSally, ex pilota dell’Aeronautica e della democratica moderata Kyrsten Sinema. Le due si dovranno contendere il seggio lasciato libero dal senatore repubblicano Jeff Flake. Al momento, nessun nome è stato fatto per sostituire il senatore John McCain, scomparso alcuni giorni fa. Le primarie repubblicane in Oklahoma sono state conquistate dall’outsider Kevin Stitt. Il suo competitor sarà il democratico Drew Edmondson. In Florida, dopo le primarie per il Senato, la sfida sarà tra il governatore dello Stato Rick Scott e il democratico Bill Nelson.